closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Expo Pride: lavorare gratis a Milano

Precariato. Aspetto inquietante di Expo è un doppio livello tra precari e volontari: stagisti, contrattisti a termine, apprendisti e, dall’altra parte, le «sentinelle»

Immagine di copertina del libro «Expopolis» (Agenzia X) scritto dal giornalista di Radio Popolare Roberto Maggioni e dal laboratorio degli attivisti milanesi «Off Topic»

Immagine di copertina del libro «Expopolis» (Agenzia X) scritto dal giornalista di Radio Popolare Roberto Maggioni e dal laboratorio degli attivisti milanesi «Off Topic»

Metti il lavoro gratis di 18.500 mila giovani e studenti volontari, mentre la magistratura indaga su un giro di mazzette milionarie, arresta imprenditori e lobbisti e avrai un grande evento: l'Expo a Milano. Metti i comunicatori che chiedono «consigli» alla rete su come migliorare la kermesse che, nelle intenzioni delle alte sfere dello Stato, dovrebbe rilanciare la ripresa economica. Metti la rete più politica critica e brillante che c'è in Italia e avrai uno squarcio sul futuro del precariato in Italia: il lavoro gratis. Sono questi gli elementi che hanno dato vita il 21 maggio 2014 a quello che in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi