closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Esplode un gasdotto Kiev: «Terrorismo»

Ucraina. Morto per i colpi di mortaio un giornalista russo

Miliziani di Settore Destro a Kiev

Miliziani di Settore Destro a Kiev

Dopo Sebastopoli e Odessa, città letterarie divenute nel tempo simboli dei capolavori della scrittura russa (Tolstoj e Babel), è arrivato il turno di Poltava. Nei pressi della cittadina ucraina lo zar Pietro il Grande sconfisse Carlo XII di Svezia, consacrando il proprio nome nella storia russa (e ucraina) come grande combattente. Era il 1709. Ieri Poltava è invece tornata sui media mondiali, perché è esploso il gasdotto Urengoy-Pomary-Uzhgorod, costruito a metà anni degli anni 80. Il gasdotto colpito aveva e avrebbe la funzione primaria di portare il gas dalla Siberia occidentale alla Slovacchia, in Europa. Nella zona di Poltava, dove...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi