closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Eric Revis, l’impronta del contrabbasso

Note sparse. L'artista californiano nel nuovo disco pratica un jazz che riesce a staccare le ali dalla terra

Eric Revis

Eric Revis

Earl & The Three-Fifths Compromise con quella sua melodia di velluto puro, quell’atmosfera notturna, quell’incedere sinuoso e seducente potrebbe benissimo essere stata scritta da Charles Mingus. Sarà perché Eric Revis come Mingus suona il contrabbasso ed è californiano; in ogni caso Revis firma con Slipknots Through a Looking Glass un disco eccellente, di quelli che fanno dimenticare le estenuate prolissità neo-fusion o le smargiassate di tanti jazzisti palestrati. Il cinquantatreenne contrabbassista schiera in questo lavoro un quintetto di stelle e la prima cosa che balza all’orecchio è la personalità di tutti. Ognuno ha un suono e un fraseggio originale e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.