closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Emuna Elon, nella sua nascita, l’iscrizione di un non detto

Scrittrici israeliane. «La casa sull’acqua», Guanda

Sigalit Landau da «Salt Years», 2007

Sigalit Landau da «Salt Years», 2007

In yiddish Mokum significa «porto sicuro», o semplicemente «posto»: con questo epiteto affettuoso gli abitanti di Amsterdam ancora indicano la propria città. Mettendo in scena il dialogo di uno scrittore con le pietre e l’acqua, la materia grezza su cui si regge la capitale olandese, l’autrice israeliana Emuna Elon dà forma a La casa sull’acqua, suggestivo romanzo (Guanda, traduzione di Elena Loewenthal, pp. 352, € 18,00) che muove da una fase di spaesamento: paradossalmente, è a queste condizioni che lo spirito del luogo può farsi più eloquente. Promessa alla madre Protagonista del romanzo, Yoel Blum è un ebreo mite e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.