closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Elliot Murphy oltre la frontiera

Note sparse. E' un incanto «Prodigal son», il ritorno discografico del cantautore newyorkese talentuoso quanto sfortunato.

Elliot Murphy

Elliot Murphy

Basterebbe iniziare con l’ascolto di Let me in o Karen where are you going per comprendere l’intensità e la dolcezza che esprime questo nuovo lavoro di Elliot Murphy. Non c’è solo il vecchio country o il blues, non ci sono più solo le radici musicali americane, ma tanto altro. Una raffinatezza che il cantautore e giornalista statunitense, trasferitosi da tempo a Parigi, riesce ad esprimere con chiarezza nei testi. La semplicità sembra essere la forza di questo album, semplicità non intesa in senso lato, ma come massima voglia di esprimere i sentimenti in maniera chiara e «pulita», affinchè dall’altra parte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.