Edizione del 25 novembre 2022

La Corte d’Assise di Lecce condanna a 14 anni un imprenditore pugliese e un caporale per la morte del bracciante sudanese Abdullah Mohammed, 46 anni e 2 figli. Nell’estate del 2015 fu mandato al macello sotto il sole a 40 gradi. Raccoglieva pomodori 10 ore al giorno per pochi euro