closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

E se provassimo a ricostruire il silenzio di Genova?

Dopo il crollo. Renzo Piano, senatore a vita oltre che straordinario architetto, ha pensato bene di allargare il discorso. Va benissimo ricostruire il ponte, ma gettiamo lo sguardo sul fatto che si dovrà mettere mano alla trasformazione di un pezzo di città, fatto di case, di attività spesso dismesse, di relazioni umane

C’è uno strano silenzio nelle due zone abitate a sud e nord del ponte crollato. Genova non è certo una città silenziosa, il porto, le industrie, un flusso automobilistico insostenibile. Echi lontani del traffico arrivano ancora dalla via Aurelia e dalla strada parallela, ma nulla a che vedere con l’infernale frastuono che avvolgeva la valle del Polcevera per l’intera durata dei giorno. Ventiquattro ore di rumori e di inquinamento atmosferico che si ripete per 365 giorni causato da un traffico ingovernato. Quello che avvolge il quartiere è un silenzio pieno di dolore per la tragedia dei numerosi morti, per i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.