closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

E Renzi s’inventa gli «scioperati»

Governo-sindacati. Nuovo attacco del premier: «C'è chi passa il tempo a cercare ragioni per scioperare». Camusso: «Non ha rispetto per i lavoratori». Barbagallo: «Le ragioni ci sono tutte»

Lo stabilimento Dallara di Parma

Lo stabilimento Dallara di Parma

«Anziché passare il tempo a inventarsi ragioni per fare scioperi, mi preoccup<CW-23>o di creare posti di lavoro perché c’è ancora tantissimo da fare». Invece del dialogo con i sindacati, Matteo Renzi continua ad attaccarli. E ieri, di prima mattina scegliendo la radio, non ha lesinato frecciate provocatorie. «Ci sono stati più scioperi in queste settimane che contro tutti gli altri governi. Ma il governo sta cercando di mettere in piedi tutte le azioni necessarie per far ripartire il lavoro», dice citando i 153mila posti creati dimenticando quelli persi nello stesso lasso di tempo che dimezzano il saldo positivo, portandolo a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.