closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Dustur, fratelli costituenti

Torino Film Festival. Il film di Marco Santarelli riprende nel carcere Doza di Bologna il dibattito interculturale per una società ideale

«Lo Stato si impegna nella diffusione dei valori della moderazione e della tolleranza, nella protezione del sacro e nella proibizione di ogni offesa verso questo. Si impegna ugualmente alla proibizione e alla lotta contro gli appelli al Takfir (accuse di apostasia) e all'istigazione alla violenza e all'odio» Art.6 costituzione tunisina. Dustur, in italiano Costituzione, il documentario di Marco Santarelli su un raro tentativo di integrazione culturale, non poteva transitare sugli schermi del trentatreesimo Torino Film Festival in un momento storico più drammatico. In questo scorcio di secolo in cui la parola «nemico» ha acquisito significati drasticamente inediti per un'occidente da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi