closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Draghi cerca di rianimare l’Eurozona

Bce. Dalla Bce ottanta miliardi di euro al mese per il «Quantitative Easing» e taglio dei tassi: ma la ripresa è ancora lontana. Draghi, l'uomo del bazooka monetario sorprende ancora con un pacchetto di misure. Il «Qe» non ha portato i risultati attesi

Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea

Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea

La «ripresa» auspicata è lontana, un anno di «Quantitative easing» non ha funzionato con l’inflazione che oscilla tra lo scarso e il negativo. Ieri il presidente della Banca Centrale Europea (Bce) Draghi ha ripreso il bazooka e,  accompagnato da un entusiasmo effimero delle borse, ha aumentato di venti miliardi al mese il «Qe», passando da sessanta a ottanta miliardi di euro. Non settanta come previsto alla vigilia. La diga è stata aperta e sull’Eurozona precipiterà una nuova alluvione monetaria fino a marzo 2017, ma forse sarà prolungato di tre/sei mesi. La speranza è rianimare l’inflazione e gli investimenti. Sempre a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.