closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Dopo la strage di Parigi la Germania chiude le porte

Migranti. Il governo progetta nuovi centri «speciali». Il 15% di elettori della Linke vira verso posizioni xenofobe

Angela Merkel

Angela Merkel

Il 15% degli elettori della Linke nelle braccia di Pegida, l’Spd d’accordo sui limiti al movimento dei profughi, Angela Merkel in guerra contro «illegali e clandestini». Tre istantanee dopo il massacro di Parigi restituiscono la fotografia della Bundesrepublik in balìa degli estremisti. E segnalano che la Germania si unisce ma a destra e la Grande coalizione si ricompatta però solo grazie a check point, difesa delle frontiere europee e «supporto» degli Usa in Afghanistan. Reazione, in tutti i sensi: passa per i 5 nuovi centri «speciali» per migranti (di cui due subito a Bamberga e Manching) progettati dal governo e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi