closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Dopo il trasbordo preoccupa l’idrolisi

Calabria. Lo smaltimento delle armi chimiche siriane procede a ritmo di 6/7 container all’ora, ma sulla fase successiva dubbi e silenzi

Il cargo danese Ark Futura che trasportava le armi chimiche siriane nel porto di Gioia Tauro

Il cargo danese Ark Futura che trasportava le armi chimiche siriane nel porto di Gioia Tauro

«Quella di Gioia Tauro è stata la scelta giusta, oggi lo ha dimostrato». È in forma smagliante il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, incontrando i giornalisti a Gioia Tauro dopo il suo sopralluogo nel porto alle operazioni di trasbordo delle armi chimiche, sottolineando «la professionalità e la tecnologia avanzata di cui l’Italia è all’avanguardia». Galletti ha specificato che «non si tratta solo di un’operazione tecnica, ma di riaffermare il valore della sicurezza e della pace nel mondo». »L’Italia è capace di fare cose belle che molte parti del mondo ci invidiano», ha aggiunto concludendo che «qui si è scritta oggi una...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi