closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Donne contro Venchi: «Ci trasferiscono per aggirare blocco dei licenziamenti»

Vertenza. La battaglia di nove lavoratrici e un lavoratore che la famosa azienda alimentare vorrebbe spostare a centinaia di chilometri di distanza. «Sono licenziamenti mascherati da trasferimenti», dice Elena Casagrande, combattiva sindacalista Usb. «Non so come andrà a finire ma ho un pensiero fisso: mostrare a mia figlia di nove anni che le ingiustizie devi affrontarle a testa alta, qualunque sia l’esito», afferma Alessandra Tragni, lavoratrice

Il negozio Venchi di via del Corso, a Roma

Il negozio Venchi di via del Corso, a Roma

Ieri la protesta davanti a negozi e fabbriche Venchi organizzata dal sindacato Usb in diverse città, oggi la convocazione dell'azienda da parte del Comune di Fiumicino su richiesta della ministra del Lavoro Nunzia Catalfo. In mezzo il destino di dieci dipendenti, tra cui nove donne. «Sono licenziamenti mascherati da trasferimenti: un modo per aggirare il blocco che il governo ha prorogato fino al 21 marzo», dice al telefono Elena Casagrande, combattiva delegata Usb. La storia inizia al Terminal 1 dell'aeroporto Leonardo Da Vinci, in un negozio di cioccolata oltre gli scanner che prima del Covid-19 controllavano i passeggeri in partenza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.