closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Doninelli, ritorno alle stelle dal Disfacimento

«Le cose semplici» dello scrittore lombardo, da Bompiani. Cristiano apocalittico e illuminista: in un mondo imbarbarito del 2039, Luca Doninelli fa sorgere, secondo il modello dantesco, lo spirito di luce della conoscenza, che sola può salvare

Giovanni Frangi, dalla serie «La règle du jeu», esposta al Teatro India di Roma nel 2010

Giovanni Frangi, dalla serie «La règle du jeu», esposta al Teatro India di Roma nel 2010

Anno 2039. Sul pianeta regnano il disordine e il disfacimento. Tutto è già accaduto e i pochi sopravvissuti se ne stanno rintanati in tuguri ridotti alla primordialità e del tutto immemori del passato. Questo lo scenario del romanzo Le cose semplici di Luca Doninelli (Bompiani, pp. 838, euro 23,00), uno scenario che comprende Milano, Firenze, Roma, Parigi, New York, ridotte in macerie su cui dominano bande feroci. I personaggi di maggior rilievo sono Dodò (il protagonista), Chantal (‘Cha’, sua moglie e genio precocissimo della matematica), Steve (il loro figlio), Belinda Kellerman (una top model che impazzisce) e suo figlio Mark....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi