closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Domenica in classe, ma un piano trasporti non c’è

Il caso. Caos politico provocato dall'improvvisazione di un governo incapace di organizzare una politica per la scuola. Dopo gli annunci di Conte su un ritorno in classe prima di Natale la ministra dei Trasporti De Micheli parla di fare lezione di domenica. L'ipotesi respinta da tutti. L'ipotesi di un ritorno in classe di elementari e medie prima delle feste, per le superiori si parla di gennaio, forse. Il movimento "School for future" promosso da "Priorità alla scuola" manifesta contro la Dad e chiede un rientro in sicurezza

Manifestazione del movimento School for future-Priorità alla scuola

Manifestazione del movimento School for future-Priorità alla scuola

Dopo la scuola di domenica ipotizzata dalla ministra dei trasporti Paola De Micheli mancano i turni di notte per completare le proposte del governo sul ritorno degli studenti in classe. I presidi, con il presidente dell'Anp, Antonello Giannelli, hanno giudicato «irrealistico pensare di allungare la settimana scolastica anche alla domenica», mentre «il sabato, per moltissimi istituti - hanno fatto notare - è già giornata di lezione». «La scuola ha bisogno di un forte coordinamento tra i soggetti istituzionali che sul territorio hanno un ruolo nella programmazione dell'offerta formativa; la condivisione dei dati sui contagi nelle scuole: ad oggi non esistono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi