closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Discese ardite e risalite per Debbie Harry

Note sparse. Con «Pollinator» si riaffacciano alla ribalta discografica i Blondie, sempre con la carismatica presenza della cantante. Un album sganciato dall'ansia di modernità di precedenti lavori

Blondie

Blondie

Dopo alcune prove recenti dove l'affanno di stare al passo coi tempi soffocava una manciata di intuizioni brillanti, Debbie Harry e Chris Stein ritornano con un album sganciato dall'ansia di modernità per ripercorrere quelle Parallel Lines che hanno tracciato il percorso dei Blondie. Con l'ausilio di ospiti, e autori, come Johnny Marr, Laurie Anderson e Joan Jett, il gruppo sembra abbandonarsi a una salutare escursione nei ritmi familiari disco-new wave, cesellando anche un paio di brani, ad esempio Fun scritta da Dave Sitek dei Tv on the Radio, di sicura futura presa live. Non tutto regge l'urto dei decenni sulle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.