closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Discarica di Bussi, il Tar del Lazio smentisce il governo

Ambiente. Per i giudici amministrativi è illegittimo l’annullamento deciso dal ministero dell’Ambiente della gara per le bonifiche

Discarica di Bussi

Discarica di Bussi

I giudici le suonano al ministero. E al ministro Sergio Costa. E' illegittimo il provvedimento con cui il dicastero dell'Ambiente, la scorsa estate, ha annullato l'aggiudicazione, risalente al 7 febbraio 2018, della gara per la bonifica delle megadiscariche di veleni che si trovano sotto al paese di Bussi sul Tirino (Pescara). E che nascondono 100mila metri cubi di scarti tossici e nocivi che continuano a inquinare. Lo ha stabilito il Tar del Lazio con sentenza numero 347/2020, accogliendo i ricorsi di Regione Abruzzo, Agenzia regionale per la tutela ambientale, Comune di Bussi e dell'associazione temporanea di imprese Dec-Deme, che ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi