closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Dieci anni dopo le banlieues: «Una nazione razializzata». Intervista a Eric Fassin

Intervista. Il sociologo francese Eric Fassin

Dieci anni fa, esattamente l’8 novembre 2005, l’allora presidente Jacques Chirac aveva decretato lo stato d’emergenza nei 25 dipartimenti dove si era concentrata la rivolta dei giovani delle banlieues. Oggi, a un mese dalle elezioni regionali del 6 e 13 dicembre, con la minaccia di una possibile conquista di due presidenze (Nord-Pas de Calais-Picardie e Provence-Côte d’Azur) da parte del Fronte nazionale, la presidenza Hollande e il governo Valls sembrano paralizzati, come incapaci di dare risposte e mandare segnali a un paese smarrito. Il sociologo Eric Fassin, professore di scienze politiche che ultimamente ha pubblicato, tra l’altro, Démocratie précaire. Chronique...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi