closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Davide Trentini aveva diritto al suicidio. Assolti Marco Cappato e Mina Welby

Corte d'Assise d'Appello di Genova . L’aiuto fornito non è punibile anche se l’aspirante suicida dipende solo da farmaci

Mina Welby e Marco Cappato

Mina Welby e Marco Cappato

«Il fatto non costituisce reato per l’aiuto al suicidio e non sussiste per l’istigazione al suicidio». L’assoluzione di Mina Welby e Marco Cappato nel processo per la morte di Davide Trentini, confermata ieri alla prima udienza dalla corte d’Assise d’Appello di Genova, è importante per almeno due motivi. E - come nel caso di Walter De Benedetto, riconosciuto in diritto di coltivarsi la cannabis che gli occorre per lenire i suoi dolori - chiama in causa una certa politica, ancora bigotta. E latitante, almeno fino all’intervento di un qualche tribunale. E infatti ieri, dopo la conferma della sentenza di primo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi