closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Damasco è a Palmira

Siria. Quasi liberata l'antica città siriana nelle mani dell'Isis da un anno. Una vittoria militare e simbolica per il presidente Assad che a Ginevra subisce pressioni per lasciare

Un carro armato del governo siriano alle porte di Palmira

Un carro armato del governo siriano alle porte di Palmira

Le notizie che ieri arrivavano da Palmira erano contrastanti. Di certo c’è la repentina avanzata delle truppe governative nella città al centro della Siria, simbolo dell’antichissima storia del paese. Occupata dai miliziani dello Stato Islamico nel maggio 2015, semi distrutta dalla manichea brutalità del “califfato”, testimone della decapitazione dell’archeologo 82enne Khaled Asaad che l’ha curata e seguita per 50 anni, oggi è libera. O quasi. Ieri l’agenzia di Stato Sana riportava dell’ingresso di truppe e veicoli militari del presidente Assad nei quartieri sud dell’antica Palmira. Da giorni ormai il cerchio si stava stringendo intorno allo Stato Islamico e ieri l’esercito...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.