closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Da fabbrica della morte a business finanziario

La ciminiera a strisce bianche e rosse si vede già dalla superstrada che dal mare sale verso Ascoli. A poche centinaia di metri dal centro storico di una città che vorrebbe diventare patrimonio dell’Unesco sorge la ex Carbon, un’area di ventisette ettari che fino a una decina d’anni fa era uno stabilimento di proprietà di una multinazionale tedesca specializzata nel trattamento dei derivati del carbone. Una fabbrica enorme, aperta all’inizio del secolo scorso, che ha dato lavoro a diverse generazioni di ascolani. Adesso è lì, spenta, una macchia nera grande come un quartiere, una città nella città che fa gola...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.