closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Da Charlotte la rabbia spacca il movimento

Stati Uniti. Nuovi scontri, colpiti anche giornalisti e attivisti «non neri», oggi nuovi cortei in tutti gli States

Seconda notte di scontri tra manifestanti e polizia a Charlotte, in North Carolina. La manifestazione, cominciata pacificamente, è diventata violenta e la polizia ha risposto lanciando lacrimogeni per disperdere la folla che bruciava copertoni e spaccava vetrine. Durante gli scontri un uomo è stato ferito gravemente a causa di un colpo da arma da fuoco, le prime notizie lo davano per spacciato, poi è arrivata la rettifica da parte del comune di Charlotte: l’uomo è vivo ma le sue condizioni sono molto gravi. Poco dopo è arrivata anche una seconda è fondamentale precisazione da parte della municipalità, per precisare che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi