closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Cosa resta di Casaleggio tra i 5 Stelle

Bilanci. A cinque anni dalla morte

Gianroberto Casaleggio

Gianroberto Casaleggio

Al di là delle dichiarazioni formali e dell’omaggio di prammatica, chiunque ai piani alti del Movimento 5 Stelle ne è consapevole: seppure con tutti gli onori, bisogna archiviare l’ingombrante figura di Gianroberto Casaleggio. A lui si deve la polarizzazione gente-casta che si incistò tra i fan del comico ambientalista, facendo del M5S una macchina elettorale capace di diventare il primo partito del paese. Ma Beppe Grillo ha capito che a combattere la guerra civile simulata degli scorsi anni si è arruolato un personale politico eterogeneo e impossibile da gestire. Casaleggio è stato anche il deus ex machina dell’organizzazione spontanea eppure...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.