closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Cosa resta del razzismo nell’America di Obama

L’iconografia razzista e i codici linguistici dei benpensanti sono rimasti intatti. Uno studio recente mostra come i bambini neri siano sanzionati il doppio degli alunni bianchi

Si sono accavallati, in questa fine estate americana, gli anniversari che riportano il paese ad alcuni degli eventi più drammatici della storia recente e si sovrappongono, nel finale della prima presidenza afro-americana, le ricorrenze che scandiscono la dolorosa storia razziale del paese. La coincidenza della presidenza Obama con il cinquantenario del movimento dei diritti civili ha fatto sì che sotto il mandato del primoblack president si celebrassero gli anniversari della marcia su Washington e della legge sul diritto al voto, cioè delle cruciali conquiste del movimento di Martin Luther King. Ma la coincidenza che era sembrata marcare in maniera così...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.