closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Contro il patto sul voto chi tuona è l’ex

Legge elettorale. Nel silenzio del Quirinale, Napolitano attacca "l'abnorme patto extracostituzionale" che sta alla base del modello finto tedesco, una legge che pure non gli piace. E mentre oggi l'aula della camera comincia a votare, con novità in arrivo sui collegi, il mondo sembra rovesciarsi: Re Giorgio evoca i rischi di incostituzionalità e chiama in causa il suo successore Mattarella, mentre Grillo fa il pompiere: "Avanti così"

Giorgio Napolitano con Paolo Gentiloni

Giorgio Napolitano con Paolo Gentiloni

Quando comincia a parlare nell’aula semivuota di Montecitorio, il relatore Emanuele Fiano introduce la nuova legge elettorale partendo da un omaggio al presidente della Repubblica. Non il presidente in carica, ma l’«emerito» Giorgio Napolitano. La citazione - che è poi un elogio del compromesso, in questo caso del patto a quattro tra Pd, Forza Italia, Movimento 5 Stelle e Lega per modello finto tedesco - scivola sulla platea distratta come un già sentito: per tre anni la retorica renziana si è aggrappata alle sollecitazioni di Napolitano a fare le riforme, giustificando in tal modo ogni forzatura sulla Costituzione come sulla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.