closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Conti in rosso: la serie A prende tempo ma rischia il default

Calcio. Nel giorno del rinnovo di Mancini in Nazionale fino al 2026, la federcalcio trova una sintesi tra le posizioni dei club in bolletta e dell’Assocalciatori sul differimento del pagamento dello stipendio di maggio ai calciatori di Serie A. Ma è una toppa momentanea

Una toppa. Anzi, un compromesso che concede tempo ma non risolve la questione costi del calcio italiano, a grandi passi verso il default. La federcalcio per ora trova una sintesi tra le posizioni dei club in bolletta e dell’Assocalciatori sul differimento del pagamento dello stipendio di maggio ai calciatori di Serie A. Una misura per andare incontro alla richiesta di aiuto delle società: il saldo di marzo avverrà entro fine giugno, un passaggio comunque necessario per l’iscrizione al prossimo campionato. L’accordo è stato votato da tutti, erano state sei le società a chiedere ufficialmente di posticipare il saldo delle spettanze...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.