closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Consulta, chi corre è Napolitano

Nomine. Sostituiti in anticipo i due giudici di competenza del presidente. Il Colle sceglie un costituzionalista di centrodestra e un’amministrativista di centrosinistra. "Le camere ora seguano"

È quasi una replica, sei mesi dopo. Il 22 aprile scorso Giorgio Napolitano faceva del suo discorso di insediamento-bis un atto d’accusa ai tanti «nulla di fatto» del parlamento. I partiti rispondevano ai rimproveri con gli applausi. Più il presidente criticava, più loro applaudivano. Così è successo ieri, in piccolo, per l’elezione di due giudici costituzionali. Le camere ci provano invano da quattro mesi, venti votazioni a vuoto. Napolitano, dopo una mezza dozzina di appelli inutili, reagisce anticipando di tre settimane le nomine di sua competenza. E mette in mora il parlamento. I parlamentari si complimentano in coro. Al sorpasso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.