closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Con Lula una seconda opportunità per il Brasile e per l’America latina

Oltreoceano . La sentenza del giudice Moro era la riscossa contro chi aveva iniziato la «marea rosa» dei governi progressisti del Continente aprendo così la strada al negazionista Bolsonaro

Luiz Inácio Lula da Silva

Luiz Inácio Lula da Silva

Quando nell’aprile del 2018 il giudice Sergio Moro condannò al carcere Lula da Silva, lo scrittore peruviano Mario Vargas Llosas lo esaltò dalle colonne del giornale spagnolo El País come «un modello (di giudice) esemplare per il resto del pianeta». Poco importavano le denunce di grossolane violazioni commesse nel processo per eliminare dalla scena politica l’ex presidente brasiliano: la dichiarazione del «gran difensore» della democrazia e del neoliberismo latinoamericano (ma non dello Stato di diritto) furono riprese da decine e decine di giornali del subcontinente. Era la riscossa contro il politico che, nel gigante dell’America latina, aveva dato inizio alla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.