closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Con la fiducia e inemendabile»: le opposizioni mollano i lavori sul decreto Minniti

Decreto immigrazione. In Aula alla Camera da lunedì, il voto sul governo e il decreto «Minniti-Orlando» spacca pure Mdp

Il ministro dell'Interno Marco Minniti

Il ministro dell'Interno Marco Minniti

Arriva già blindato, inemendabile, non discutibile, di passaggio nelle commissione riunite Affari costituzionali e Giustizia della Camera per pura formalità, vincolato alla questione di fiducia che il governo vi apporrà la prossima settimana. E l’opposizione, tutta e non solo, abbandona i lavori: i deputati di M5S, Sinistra Italiana, Possibile, Forza Italia, Lega - e perfino Mdp - lasciano solo la maggioranza alle prese col decreto immigrazione licenziato dal Senato il 29 marzo scorso e da convertire in legge, pena decadimento, entro il 17 aprile. Tutti uniti nel ritenere inaccettabile «il metodo», giacché nel merito ciascuno va per la propria strada....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi