closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Christopher Williams, quando le immagini prendono posizione

Mostra. In Triennale (Milano), fino al 25 giugno, la mostra dell'artista americano dal titolo "Models, Open Letters, Prototypes, Supplements"

Per chi ha partecipato all'anteprima stampa del 26 aprile, la possibilità di ascoltare l'artista americano introdurre la propria mostra in Triennale è stata un’occasione importante, rivelatrice di un modus operandi dialettico – l'idea della presentazione-visita è stata dello stesso artista con i curatori dell'esposizione, Pia Bolognesi e Giulio Bursi (Atelier Impopulaire). Artista «che pensa fotograficamente», Williams, formatosi al California Institute of the Arts alla fine degli anni ’70 con John Baldessari, Douglas Huebler e Michael Asher, è il maggior esponente della seconda generazione della Conceptual Art americana. Da allora ha sviluppato una pratica che fin dalle prime opere ha trasceso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.