closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Caso Skripal, «identificati i colpevoli». Ma Londra nega

Caso Skripal. Fuga di notizie sull’avvelenamento dell’ex agente. I «sospettati» sono russi e già in fuga

Poliziotti inglesi sul luogo del tentato avvelenamento di Skripal e sua figlia

Poliziotti inglesi sul luogo del tentato avvelenamento di Skripal e sua figlia

All’affaire Skripal, il tentato omicidio dell’ex spia russa Sergej Skripal e di sua figlia Julia tramite agente nervino a Salisbury, nel Wiltshire, si aggiunge un (mezzo) tassello. A QUATTRO MESI dallo scorso 4 marzo, data in cui i due furono trovati privi di conoscenza sulla panchina di un giardinetto e ricoverati in ospedale, sulla vicenda è piombata una fuga di notizie non confermata dalla autorità. I colpevoli (al plurale, secondo gli investigatori) sarebbero di nazionalità russa, a conferma apparente delle insistenti accuse rivolte dalla Gran Bretagna alla Russia di Putin, poi degenerate nell’espulsione reciproca di 23 diplomatici «indesiderati». Le identità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.