closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Italia

Assolti i quattro poliziotti accusati di avere ucciso Michele Ferrulli dopo il fermo

Giustizia. La figlia Domenica, in lacrime: "Oggi non ho perso io ha perso l'Italia". Gli agenti sono stati assolti per non aver commesso il fatto, il pm aveva chiesto sette anni di carcere. La sorella di Uva, presente in aula: "La giustizia è vergognosa"

I parenti di Michele Ferrulli sono seduti in silenzio sui gradini del tribunale di Milano. Intorno a loro ci sono gli amici. Molti hanno gli occhi lucidi. Ma ormai è tardi e bisogna chiudere i cancelli, cortesemente vengono invitati ad alzarsi. Non se l’aspettavano proprio. La figlia Domenica ha pianto subito dopo la lettura della sentenza, poi ha abbracciato Lucia Uva, la sorella di Giuseppe, l’uomo morto nel giugno del 2008 in ospedale dopo essere stato portato in una caserma dei carabinieri a Varese. Anche lei ha voluto essere presente il giorno della sentenza, perché si sente vittima della stessa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.