closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Caso Inzoli, condannato il monsignore ciellino per pedofilia

Diritti. La carismatica figura di Comunione e Liberazione in Lombardia, monsignor Mauro Inzoli, è stata condannata dal gup di Cremona a quattro anni e nove mesi. Il Pm aveva chiesto 6 anni di reclusione per gli episodi di violenze sessuali ai danni di minori

Don Mauro Inzoli

Don Mauro Inzoli

Quattro anni e nove mesi: è la sentenza di condanna pronunciata dal gup di Cremona Letizia Platè nei confronti di monsignor Mauro Inzoli, 66 anni, carismatica figura di Comunione e liberazione in Lombardia. Nel rito abbreviato, dopo il risarcimento delle vittime con 25 mila euro a testa, il procuratore Roberto Di Martino aveva sollecitato 6 anni di reclusione per gli episodi di violenze sessuali ai danni di minori. «La giustizia italiana ha fatto il suo corso» commenta Franco Bordo, deputato Sel che aveva firmato l’esposto alla Procura della Repubblica da cui è scaturito il processo, «Dopo anni di silenzi, omertà...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.