closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

«Viveri negati ai bisognosi», arrestata sindaca leghista

San Germano Vercellese. Sotto inchiesta per la gestione degli aiuti alimentari acquistati con fondi statali per l’emergenza Covid

La sindaca leghista Michela Rosetta

La sindaca leghista Michela Rosetta

Un selfie con Salvini, capesante per gli amici e «pacchi sfigati» per i migranti. O addirittura proprio nulla: documenti stracciati ai più bisognosi e mazzancolle tropicali per i più ricchi. Così, la sindaca leghista di San Germano Vercellese, Michela Rosetta, gestiva gli aiuti alimentari acquistati con fondi statali per l’emergenza Covid. Questo è emerso nell’inchiesta della procura di Vercelli che ha portato all’arresto della sindaca già nota per le posizioni anti migranti. È ai domiciliari come il consigliere comunale ed ex assessore Giorgio Carando. Nell’inchiesta sono indagate anche altre sette persone, tra cui due imprenditori e un altro consigliere ed...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi