closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Caos scuola: ormai sono i Tar a decidere il rientro in presenza delle superiori

Salta il banco. L'ultimo caso in Emilia Romagna. Milano occupa. E gli studenti comprano i tamponi. Sit-in a Roma e Bari

Milano, la protesta degli studenti al liceo Severi

Milano, la protesta degli studenti al liceo Severi

Le riaperture in presenza delle scuole superiori abbandonate dal governo sono decise dai Tar. Dopo quello della Lombardia che ha sospeso l’ordinanza del presidente Fontana e ha disposto il rientro al 50% in presenza, vanificato probabilmente dalla «zona rossa», ieri il Tar dell’Emilia Romagna ha anticipato quello di 197 mila studenti dal 25 a lunedì 18 quando torneranno in classe 800 mila studenti di cinque regioni (256 mila nel Lazio, 13 mila in Molise, 176 mila in Piemonte e 199 mila in Puglia). Tutti si alterneranno al 50% tra didattica in presenza e online. Se la pandemia diventerà ancora più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi