closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Camusso: «Dopo voucher e appalti riprendiamoci l’articolo 18»

Cgil. Un attivo di 1500 quadri e delegati lancia le prossime sfide del sindacato. Pronto il ricorso alla Corte europea contro il contratto a tutele crescenti, caposaldo renziano. Il 6 maggio grande manifestazione in un quartiere della periferia di Roma

Susanna Camusso parla all'attivo della Cgil, ieri al teatro Brancaccio di Roma

Susanna Camusso parla all'attivo della Cgil, ieri al teatro Brancaccio di Roma

«Il decreto sui voucher è la prima nostra straordinaria vittoria: e adesso ovviamente aspettiamo la legge». La Cgil festeggia al teatro Brancaccio di Roma - attivo di 1500 quadri e delegati - ma non smobilita. E anzi la segretaria Susanna Camusso lancia la prossima sfida: «Dobbiamo riconquistare la tutela contro i licenziamenti illegittimi, non solo nelle grandi imprese». «Non ci fermeremo fino a che non avremo conquistato la Carta dei diritti universali. Il nostro obiettivo è quello», puntiamo «al ripristino dell’articolo 18». C’è già un appuntamento di piazza, fissato proprio ieri: il 6 maggio, una manifestazione a Roma, ma questa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi