closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Buffon e le macerie del calcio italiano

Sport. Mentre si celebra l'addio del portiere, il sistema medita sulle sue miserie. Il campionato si congeda con la Juve pronta a festeggiare stasera con il Verona il settimo scudetto di fila, mentre l'Inter domani prova a rientrare in Champions. Ma sarà durissima

Gianluigi Buffon

Gianluigi Buffon

Il fiume di retorica versato in questi giorni per l’addio di Buffon è sintomo della rovina in cui si crogiola il pallone. Non bastava celebrare uno dei portieri più forti di sempre, avesse sollevato anche solo una Champions avrebbe sicuramente vinto il Pallone d’Oro. No, bisognava per forza esaltarne una presunta grandezza etica e morale, farne un esempio di vita per i più giovani. Intendiamoci, nulla di nuovo, già Meazza eccedeva il suo ruolo di calciatore e incarnava una funzione economica e sociale simbolica per il fascismo. E così è stato sempre. Da Riva a Baggio, da Fabbri a Sacchi,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi