closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Brucia moschea a Diyarbakir. Ankara nel mirino di Baghdad

Turchia. Nel quartiere di Sur a Diyarbakir, dove è stato ucciso a sangue freddo lo scorso novembre, l’avvocato Tahir Elci, sono continuati scontri e incendi. Anche l’antica moschea di Kursunlu è andata incendiata in scontri tra forze di sicurezza e combattenti kurdi

La Turchia inizia a sentire i contraccolpi della grave crisi politica che sta attraversando il paese. Il turismo è in calo vertiginoso rispetto allo scorso anno. E così il premier, Ahmet Davutoglu, non può che fare leva su annunci a effetto come il tante volte auspicato aumento del 30% dei salari minimi. Tutto questo per nascondere la guerra che è in corso nel Kurdistan turco. Nella città di Nusaybin, dopo giorni di coprifuoco, in migliaia hanno partecipato ai funerali delle cinque persone uccise negli ultimi giorni in scontri tra forze di sicurezza e combattenti kurdi del partito dei lavoratori del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi