closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Biden frena la vendita di armi, Riyadh e Abu Dhabi accusano il colpo

Golfo. Arabia saudita ed Emirati hanno compreso una volta di più che l'era di Donald Trump è finita e che le relazioni con la nuova Amministrazione Usa saranno più tiepide

Il principe ereditario saudita Mohammed bion Salman

Il principe ereditario saudita Mohammed bion Salman

È toccato al ministro degli esteri saudita Faisal bin Farhan al Saud, dal palcoscenico del World Economic Forum di Davos, reagire in qualche modo allo schiaffo ricevuto da Washington che congelerà temporaneamente le vendite di armi già programmate all'Arabia Saudita e degli aerei F-35 agli Emirati. Un passo che ha spinto l’Italia a fare altrettanto e che mette sotto pressione altri paesi che forniscono armi alle monarchie del Golfo. L'Arabia saudita confida che l'America di Joe Biden «voglia spostare l'attenzione dall'ambito militare a quello della sicurezza e della cooperazione, nello sforzo di garantire al mondo pace e prosperità», ha proclamato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi