closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Bce, Pd e Cinque Stelle si spaccano sul voto a Lagarde

Strasburgo. Via libera del Parlamento europeo alla nomina dell'attuale direttrice del Fondo Monetario Internazionale a Francoforte. Per il Pd la nomina è un «fatto storico» M5S astenuto: «Ha sostenuto l’austerità»

Il parlamento europeo ha approvato a Strasburgo la nomina di Christine Lagarde a presidente della Banca Centrale Europea con 394 sì, 206 no e 49 astensioni, tra cui i Cinque stelle. Gli eurodeputati hanno votato a favore anche del numero due del Board di supervisione bancaria Yves Mersch con 379 sì, 230 no e 69 astenuti. Il voto del parlamento su Lagarde ha un valore consultivo e politico, ma non è giuridicamente vincolante. La procedura di nomina dei membri del comitato esecutivo della Bce, tra cui il presidente, è complessa. È regolata dall’articolo 283 del trattato sul funzionamento dell’Ue e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.