closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Battaglia per Kobane: i curdi contro la coalizione

Siria. I miliziani criticano gli Usa: i raid non fermano l'Isis. Intanto un'organizzazione europea denuncia: la gran parte delle armi di al-Baghdadi sono di produzione Usa. E un'ex spia francese entra nelle file di al-Qaeda

Una bandiera dello Stato Islamico data alle fiamme in Siria

Una bandiera dello Stato Islamico data alle fiamme in Siria

L’Isis è entrata a Kobane o no? Non è facile stabilire quanto i miliziani islamisti siano avanzati all’interno della città curda siriana al confine con la Turchia. Fino a sabato le Ypg, le Unità di Protezione curde a difesa della comunità chiedevano armi e sostegno per fermare le milizie di al-Baghdadi, che ormai si erano impossessate della zona nord ovest della città. Ieri hanno ridimensionato l’imminenza del massacro: «l’Isis ha solo piantato una bandiera in un edificio nella zona orientale – ha detto un giornalista presente, Ismail Eskin – Non è dentro la città, ma ad est. Loro non sono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.