closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Barbara Loden nello specchio

Il libro. Nathalie Léger resuscita in un volume la regista e attrice alle origini del movimento

«Wanda», diretto e interpretato da Barbara Loden, 1970

«Wanda», diretto e interpretato da Barbara Loden, 1970

C’è un’America triste e smarrita dietro le immagini scintillanti di New York o di Las Vegas, come dietro la grande vetrina di Hollywood. Se volessimo darle un volto femminile, potrebbe essere una donna di mezza età con i bigodini in testa e il rossetto sbavato, o un’adolescente cresciuta in campagna ai bordi della ferrovia, che non sa nulla del mondo se non ciò che ha appreso osservando la vita di una sorella un po’ civetta ormai morta di tubercolosi, come nella breve pièce Proibito di Tennessee Williams, scritta nell’immediato dopoguerra. Quando negli anni ’70 vidi per la prima volta Wanda,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi