closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Attentato di Macerata, Traini non si pente

Al via oggi il processo. Il Comune si costituisce parte civile. Diffuso il video del primo interrogatorio: «Non rinnego niente»

L’arresto di Luca Traini il 3 febbraio scorso a Macerata

L’arresto di Luca Traini il 3 febbraio scorso a Macerata

Non si è mai pentito, Luca Traini. Tre mesi dopo il giorno in cui prese la sua Alfa Romeo e cominciò a sparare a tutte le persone con la pelle nera che incontrava per le strade di Macerata (ferendone sei), questa mattina, davanti alla Corte d’Assise della città marchigiana, comincerà il suo processo, dove dovrà rispondere dei reati di strage, tentato omicidio plurimo, danneggiamento, porto d’arma abusivo e altri reati minori, tutto aggravato dall’odio razziale. E PROPRIO IERI, sul sito del quotidiano romano Il Tempo, sono uscite le immagini del suo primo interrogatorio, avvenuto il 6 febbraio scorso in una...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi