closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Assassinio all’Oxford college

Narrativa inglese. Esordio di Elanor Dymott, "Ogni contatto lascia una traccia" ha il merito di sovvertire il genere del campus novel

«Se mi doveste chiedere di parlarvi di mia moglie, dovrei avvisarvi che so ben poco di lei. O almeno non quanto credevo di sapere... È morta sei mesi fa, quasi esatti. Una notte di mezza estate, a Oxford, sotto un grande e rigoglioso platano nel parco del Worcester College, andando verso il lago, con il ponte che porta al giardino del preside da qualche parte sulla destra e la luna nuova che sorge. È stato lì che ho trovato il suo corpo. È un punto buono come un altro per cominciare. O, immagino, per morire.» Così l’incipit di Ogni contatto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi