closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Arriva puntuale la scomunica della Cei, malgrado il sinodo delle aperture

I vescovi. «Da Marino un'arbitraria presunzione, è inaccettabile»

La Conferenza episcopale italiana boccia duramente la decisione del sindaco di Roma Ignazio Marino di trascrivere nel registro dello stato civile del Comune di Roma i matrimoni celebrati all’estero da 16 coppie omosessuali. Si tratta di una scelta che «sorprende perché, oltre a non essere in linea con il nostro sistema giuridico, suggerisce un’equivalenza tra il matrimonio e altre forme che ad esso vengono impropriamente collegate», afferma la nota della Cei. Una vera e propria scomunica: «Una tale arbitraria presunzione, messa in scena proprio a Roma in questi giorni, non è accettabile», dicono i vescovi italiani. I diritti delle persone,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.