closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Arriva l’ufficio biofilico di Kengo Kuma

Architettura. Il progetto dell'architetto giapponese, voluto dalla società Europa Risorse, promotrice dell’iniziativa immobiliare per conto dell’investitore PineBridge Benson Elliot, sorgerà al posto dell'area ex Rizzoli

Un’altra architettura della tarda modernità milanese se ne va per essere sostituita, nella totale noncuranza, da una più rispondente allo spirito del tempo. Nulla di strano sotto la Madonnina dove processi di sostituzioni e di terzializzazione vanno avanti con crescente alacrità. Ecco perciò giunta l’ora per demolire gli uffici direzionali della Rizzoli di Piero Portaluppi e Gaspare Pestalozza (1957-60) con il loro icastico prospetto per lasciare posto al nuovo «ufficio biofilico del futuro» progettato da Kengo Kuma. D’altronde come ha affermato l’architetto giapponese «non possiamo controllare il tempo», quindi quello che possiamo fare è solo «immergere le nostre costruzioni nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi