closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Judd: al MoMA da remoto

«The public is awful». Una considerazione tanto amara è contenuta nel celebre pezzo pubblicato da…

Huysmans e gli amati barbari

Si è chiusa da meno di un mese, nelle sale ariose del Musée de l’Orangerie,…

Transizione post-franchista, il quinqui e il vampiro

Sarà per le vicende straordinarie che portarono alla sua apertura nel 1992, o per l’eccezione…

Derek Jarman fra Eden e Getsemani

Per qualsiasi lettore italiano che abbia vissuto un’adolescenza emotiva nei lunghi anni novanta e che…

Bertoldo, fra alti conoscitori e chic newyorkese

«His lyricism … his divine, light-handed, winning lyricism … I just think he is adorable».…

Basquiat, la dissipazione del black body

Con in mente il numero di gennaio 1983 dell’informatissima «Interview» warholiana, Diego Cortez – fra…

Baltrop, il voyeurista dei Piers

Ad un libro recente (Pier Groups. Art and Sex long the New York Waterfront, University…