closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Stendhal, tramonto e disdoro nei territori del Papa

Se Stendhal, come intuiva da buon profeta di sé stesso, è stato compreso con un…

Bajani, la stessa fuga tra diverse pareti

Fra gli scrittori della generazione di mezzo, Andrea Bajani ha senza dubbio una delle fisionomie…

Un teatro d’ombre care e necessarie

C’è una pianta che, improvvisa come un paradosso fuori stagione, fiorisce a febbraio tra le…

Sagan, i ‘beaux quartiers’ nel triangolo della donna divisa

Non lo si crederebbe ma in Italia è stato Carlo Bo, maestro così austero, il…

Le stanze disadorne del quotidiano

C’è una poesia, oggi in quota maggioritaria, che letteralmente si separa dal corpo vivo dell’esperienza…

Godard, il critico che sa maneggiare la dinamite

Non è stato un cattedratico precoce, solo in età matura sorbonnard, il critico letterario Henri…

Allegria, lacrime e misfatti del calcio a Buenos Aires

E’ probabile che almeno parzialmente il calcio sfugga alla cosiddetta invenzione della tradizione perché rinasce…