closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Anticorpi monoclonali, l’Aifa costretta a dire sì

Covid-19. Dopo mesi di resistenza, l’Agenzia del farmaco li autorizza su pressione di politici e una parte dei medici. Ma i dati sull’efficacia sono incerti e contro la pandemia sono un’arma spuntata. Per la terza volta in 5 giorni potrebbe anche rivedere le raccomandazioni su AstraZeneca

L’ospedale San Matteo di Pavia

L’ospedale San Matteo di Pavia

L’Agenzia per il farmaco approverà l’uso degli anticorpi monoclonali come terapia anti-Covid. La decisione è arrivata ieri sera dopo due giorni di intense riunioni della Commissione Tecnico-scientifica dell’Agenzia. Gli anticorpi sono prodotti da due aziende farmaceutiche, la Regeneron e la Ely Lilly. La prima produce un cocktail di due anticorpi, denominati casirivimab e imdevimab. La seconda è una monoterapia a base dell’improninciabile bamlanivimab. Anche l’Italia si allinea a quanto deciso da altri paesi sull’esempio degli Stati Uniti, l’autorizzazione risale a novembre. Secondo il direttore generale dell’Aifa, Nicola Magrini, il governo ha individuato un fondo finanziario per questi farmaci che consentirà...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.