closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Ankara pone nuove condizioni: «Ne riprendiamo migliaia, non milioni»

Migranti. Atene pronta a riconoscere la Turchia come Paese sicuro. Nuovo naufragio nell’Egeo: 5 morti

Per l’Europa potrebbe essere più difficile del previsto arrivare a un accordo sui profughi con Ankara. Ieri il ministro turco per i rapporti con l’Ue, Volkan Bozkir, ha messo all’intera operazione una serie di paletti che difficilmente piaceranno ai leader dei 28. Come prima cosa ha chiarito che la Turchia intende riprendere «decine di migliaia» di profughi nel proprio territorio e «non milioni». Inoltre i siriani che si trovano sulle isole greche non fanno parte del pacchetto e agli europei non sarà permesso scegliere i migranti in base al loro grado di istruzione, preferendo magari medici e ingegneri lasciando gli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.